News

banner_Verdi200
Roma, 20 aprile 2017 – Presentazione del progetto di catalogazione e digitalizzazione degli “Abbozzi musicali verdiani”
Nell’ambito del patrimonio documentario e librario, conservato a Villa Verdi, a Sant’Agata di Villanova sull’Arda (Piacenza), un posto di primissimo piano occupano gli Abbozzi musicali, di fondamentale importanza per approfondire lo studio del processo creativo di uno dei compositori più importanti di tutti i tempi, genio indiscusso ed emblema della cultura musicale italiana e dell’opera lirica nel mondo intero. Giovedì, 20 aprile, alle ore 11:30, si terrà a Roma presso l’Auditorium dell’Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi (via Michelangelo Caetani, 32) la conferenza stampa di presentazione del Progetto di catalogazione e digitalizzazione degli “Abbozzi musicali verdiani”. Interverranno Massimo Pistacchi, Direttore dell’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi, Gino Famiglietti, Direttore generale Archivi, Nicola Sani, Presidente dell’Istituto Nazionale di Studi Verdiani.
Il progetto renderà accessibile un patrimonio culturale di straordinaria importanza, la cui consultazione non è stata fino ad oggi possibile.

banner_Verdi200
Parma, 18 novembre 2016 – Verdi e il cinema
Venerdì 18 novembre, con inizio alle ore 15.00, presso l’Auditorium della Casa della Musica di Parma (Palazzo Cusani, Piazzale San Francesco 1), si terrà l’incontro Verdi e il cinema, promosso dall’Istituto Nazionale di Studi Verdiani in collaborazione con la Casa della Musica e l’Università degli Studi di Parma, a cura di Alessandra Carlotta Pellegrini.
Programma
Saluto di Nicola Sani, Presidente dell’Istituto Nazionale di Studi Verdiani
Introduce Alessandra Carlotta Pellegrini, Direttore Scientifico dell’Istituto Nazionale di Studi Verdiani
Interventi di:
Michele Guerra, Università degli Studi di Parma
“Una sterminata Cinecittà musicata e cantata”, o dell’operismo cinematografico
Roberto Calabretto, Università degli Studi di Udine
Citazioni verdiane nel cinema italiano del secondo dopoguerra
Mauro Tosti Croce, Soprintendente Archivistico e Bibliografico del Lazio –
Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo
Verdi al cinema: un percorso attraverso le fonti cinematografiche
presenti nel Portale Verdi on line
Marina Cipriani, Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia
L’Archivio del Centro Sperimentale di Cinematografia: documenti verdiani e dintorni

Roma, 16 marzo 2016 – Comunicare gli archivi nell’era di internet
Mercoledì 16 marzo 2016, con inizio alle ore 9.30, nell’ambito dell’iniziativa nazionale Ispirati dagli archivi, presso la Sala Alessandrina dell’Archivio di Stato di Roma (corso del Rinascimento, 40), si tiene la tavola rotonda Comunicare gli archivi nell’era di internet, organizzata dall’Associazione nazionale archivistica italiana – Anai e dall’Istituto centrale per gli archivi – Icar.
Se gli archivi sono patrimonio di tutti, sempre più importante si dimostra lavorare con gli strumenti della Rete per fornire servizi efficienti ai professionisti della ricerca, allargare il pubblico interessato, coinvolgere nuovi utenti, immaginare nuovi percorsi che permettano di raggiungere i documenti, comprenderne la ricchezza informativa, soddisfare curiosità ed esigenze di conoscenza sempre più ampie e diversificate. Ne discutono storici, esperti di comunicazione, archivisti.
Programma
Saluto di Paolo Buonora (direttore Archivio di Stato di Roma)
Per l’Anai interviene Augusto Cherchi (vice presidente Anai)
Introduce e coordina Stefano Vitali (direttore Icar – Istituto centrale per gli archivi)
Giovanni Ragone (docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi, Università degli Studi La Sapienza Roma)
Comunicare i patrimoni culturali
Umberto Gentiloni (docente di Storia contemporanea, Università degli Studi La Sapienza Roma)
A proposito di fonti: le nuove potenzialità della ricerca storica
Armando Antonelli (Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna)
L’esperienza del progetto “Una città per gli archivi”: tra territorio e web
Antonella Mulè (Icar – Istituto centrale per gli archivi, MiBACT)
Da un’indagine tra gli utenti: linee di tendenza nella consultazione dei sistemi informativi archivistici
Augusto Cherchi (Anai)
www.ilmondodegliarchivi.org: la nuova release della rivista online
Silverio Novelli (redazione del portale san.beniculturali.it)
La newsletter del SAN nel “mondo degli archivi”

8 marzo 2016 – Gli archivi al femminile
L’8 marzo prossimo, in occasione della Giornata internazionale della Donna, verrà inaugurato Gli archivi al femminile, un nuovo percorso tematico del SIUSA, il Sistema informativo unificato per le Soprintendenze archivistiche, che andrà ad aggiungersi a quelli già presenti nella relativa sezione.
Il Percorso è stato promosso dall’ICAR, d’intesa con la Direzione generale archivi, e realizzato dal Gruppo di coordinamento nazionale del SIUSA, in collaborazione con le Soprintendenze archivistiche territoriali, condividendo le linee programmatiche del progetto Archivi femminili in Emilia-Romagna, già disponibile nel Percorso regionale SIUSA della Soprintendenza archivistica.
Il Percorso si propone di valorizzare e rendere consultabile il ricco patrimonio documentario che testimonia la storia e l’attività delle donne nelle sue molteplici espressioni, che vanno dal mondo del lavoro a quello dell’arte, politica, letteratura, giornalismo, scuola, moda e così via. In esso sono descritti archivi e nuclei documentari organici prodotti dalle donne in forma individuale e collettiva e da altre tipologie di soggetti (associazioni, movimenti, imprese, scuole, enti religiosi, opere pie, gruppi sportivi) che rappresentano il mondo femminile.

Avviso
Il giorno 2 marzo 2016, dalle ore 11 alle ore 12, si potrebbero verificare delle temporanee interruzioni del servizio dovute ad inderogabili attività di gestione sistemistica.

“Carte da legare” si rinnova! On line il sito di “Carte da legare” della DGA
È on line il sito di Carte da legare, il portale del progetto della Direzione generale archivi del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo nato per proporre una visione organica di tutela del patrimonio archivistico degli ex ospedali psichiatrici. Il sito è raggiungibile al seguente indirizzo web: http://www.cartedalegare.san.beniculturali.it.
Ambizioso è il nuovo sottotitolo, Archivi della psichiatria in Italia, ad indicare che la Commissione nazionale che gestisce il progetto, coordinata dalla dirigente del Servizio II della DGA, vuole andare oltre l’obiettivo iniziale e fornire all’utente generalista e specialistico del sito non solo le informazioni su questo ricco patrimonio documentario, le descrizioni degli archivi inventariati, le statistiche dei dati socio-sanitari ricavati dalla schedatura delle cartelle cliniche dei pazienti, ma anche storie, immagini, filmati, link ad altri progetti ed esperienze relativi al mondo della psichiatria in generale e della cura della salute mentale.
La più importante novità del sito è costituita dalla consultazione delle cartelle cliniche di 13 ex ospedali psichiatrici, che avviene dietro autorizzazione, nel rispetto della normativa sulla privacy; in tal modo si rendono finalmente pubblici i risultati di un lungo lavoro di schedatura delle cartelle portato avanti per anni dalle Soprintendenze archivistiche territoriali, d’intesa con enti proprietari e gestori degli archivi.

Questionario online “Indagine sui sistemi informativi archivistici nazionali”
Il Sistema Archivistico Nazionale (SAN) è nato per essere uno strumento a disposizione della comunità archivistica italiana e di tutti quanti sono interessati alla vita degli archivi, alle loro attività e, soprattutto, al patrimonio documentario in essi conservato.
Dopo quattro anni dal suo debutto è ormai giunto il momento di aprire una fase di confronto per verificare se il SAN ha raggiunto i suoi scopi e se esso può essere migliorato e potenziato, con il contributo delle istituzioni che ad esso aderiscono e degli archivisti ed utenti che di esso si servono nel proprio lavoro e nelle proprie ricerche.
Dopo quattro anni dal suo debutto è ormai giunto il momento di aprire una fase di confronto per verificare se il SAN ha raggiunto i suoi scopi e se esso può essere migliorato e potenziato, con il contributo delle istituzioni che ad esso aderiscono e degli archivisti ed utenti che di esso si servono nel proprio lavoro e nelle proprie ricerche.
L’indagine è stata predisposta dall’Istituto Centrale per gli Archivi (ICAR) allo scopo di raccogliere dati per valutare le caratteristiche e il funzionamento del Portale SAN, dei portali tematici ad esso afferenti e degli altri sistemi archivistici nazionali.
Dedicate qualche minuto a rispondere al questionario. Lo trovate qui: http://bit.do/questionario-san (English version: http://bit.do/survey-san). Le vostre risposte sono per noi molto importanti! Ci aiuteranno a capire esigenze e desideri di quanti utilizzano il SAN, i portali e i sistemi e ci aiuteranno o renderli più efficienti e gradevoli.
Il termine ultimo per compilare il questionario è il 15 gennaio 2016.

banner_Verdi200
Parma  22 ottobre 2014 – III Edizione del Festival degli Archivi Musicali
Prosegue l’attività della Direzione generale per gli archivi, in stretta collaborazione con Paolo Noseda di Media Artis, per la creazione di un accesso unico e integrato al patrimonio musicale italiano del XIX e XX secolo. L’edizione 2014 del FAM apre, oltre alle Fondazioni lirico-sinfoniche e ai Teatri di tradizione, a numerose altre istituzioni che conservano archivi musicali e che, in misura diversa, sono già impegnate nel lavoro di valorizzazione del loro patrimonio.
Per maggiori dettagli:
http://www.archivi.beniculturali.it/index.php/news-home/item/1155-parma-22-ottobre-2014-|-festival-archivi-musicali

banner_Verdi200
Milano, 27 febbraio 2014 – Manon Lescaut in edizione critica
Giovedì 27 febbraio 2014, alle ore 18, presso la Biblioteca Nazionale Braidense (Sala Maria Teresa, via Brera, 28), in occasione della pubblicazione dell’edizione critica delle Opere di Giacomo Puccini, Ricordi & C. e il suo Archivio Storico presentano Manon Lescaut. Primo volume delle Opere di Giacomo Puccini. 

banner_Verdi200
Milano, 13 febbraio 2014 – La mano, l’errore, il trionfo

Giovedì 13 febbraio 2014, alle ore 18, si inaugura la mostra La mano, l’errore, il trionfo, presso il Foyer della Sala “Verdi” del Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano. La mostra trae spunto dall’episodio del primo incontro fra il giovane Verdi e la Scuola milanese di musica per eccellenza, avvenuto nel 1832: Verdi non venne mai ammesso a questa Scuola!

banner_Verdi200
Gennaio 2014 – Per conoscere meglio Verdi bastano un sito e una app
Il primo numero del 2014 de “Il giornale della musica” offre un’incisiva presentazione del Portale Verdi online, “uno dei lasciti più cospicui del bicentenario”. Un articolo da non perdere!

banner_Verdi200
Roma, 13 dicembre 2013 – 8 febbraio 2014 – Verdi e Roma

All’Accademia Nazionale dei Lincei, fino all’8 febbraio, è possibile visitare la mostra storico-documentaria “Verdi e Roma” che esplora il complesso rapporto tra Giuseppe Verdi e la Roma dell’Ottocento; sul sito della Treccani si può ascoltare l’avvincente introduzione di Tullio Gregory che invita alla visita.

banner_Verdi200
Siena, 3 dicembre 2013 – Verdi e Piccolomini, un’amicizia

Presso l’Archivio di Stato (Banchi di Sotto, 52), in omaggio a Giuseppe Verdi nel bicentenario della nascita, alle ore 17 ha inizio una manifestazione dedicata a Giuseppe Verdi e Marietta Piccolomini. I documenti di un’amicizia sulle note della “Traviata”.

banner_Verdi200
23 novembre 2013 – Portale Verdionline: se ne parla a Radio3 Suite

Sabato 23 novembre alle 22.30 Radio3 Suite dedica uno spazio al Portale Verdi online realizzato dalla Direzione generale per gli Archivi. Intervistati da Francesco Antonioni, il Direttore generale per gli archivi, Rossana Rummo, e il Direttore del Servizio Studi e ricerca della DGA, Mauro Tosti Croce, ne illustreranno caratteristiche e finalità. Buon ascolto!
www.rai.it

banner_Verdi200
Milano, 6 novembre 2013 –
Verdi online
Presentazione del Portale Verdi online promosso dalla Direzione generale per gli Archivi e della App Giuseppe Verdi – Master Composers realizzato dalla Ricordi & C.
Inaugurazione della mostra L’Impresa Opera – Verdi. Boito. Ricordi, realizzata dalla Ricordi & C. (Palazzo Moriggia – Museo del Risorgimento).
Invitoscheda informativa